Menu
Idee di viaggio

Cosa vedere in Cambogia? 7 luoghi imperdibili

Cosa vedere in Cambogia

La Cambogia è una delle mete più iconiche di tutto il Sud-est asiatico. Spesso identificata solo con il grandioso Angkor Wat ha molto di più da offrire e non è affatto povera di attrattive da visitare come spesso si pensa. Ma quindi cosa vedere assolutamente durante un viaggio in Cambogia? Cosa non perdersi di così interessante? Vi segnalo 7 luoghi davvero imperdibili e che vi lasceranno senza fiato durante il vostro viaggio!

Cosa vedere in Cambogia: i 7 “Must to see”

Cosa vedere in Cambogia

La Cambogia, che ufficialmente si chiama Regno di Cambogia, è uno stato situato nel Sud-est asiatico che confina con la Thailandia, il Laos e il Vietnam. Si tratta di una monarchia costituzionale, la cui lingua ufficiale è lo khmer e la cui religione ufficiale è il buddismo.

La Cambogia ha avuto un passato molto dolente che ha segnato e che segna tutt’ora il suo popolo, ma anche le città e i modi di vivere. Infatti, dopo la caduta dell’Impero Khmer, subì per diverso tempo l’influenza politico-militare dei paesi vicini, fino a diventare nel 1863 un protettorato francese. Una volta ottenuta l’indipendenza nel 1953, il Paese attraversò un periodo molto duro e instabile e fu coinvolto in guerre, come la Guerra del Vietnam in cui gli americani bombardarono il paese fino al 1975. In quel periodo morirono tra i 600.000 e gli 800.000 cambogiani! Ci fu poi il colpo di Stato di Lon Nol e il regime di terrore degli Khmer rossi.

Insomma la Cambogia è un paese che ha sofferto molto e che si porta con sé tutt’oggi gli strascichi di un dolore che non scomparirà mai e che continuerà a caratterizzare il suo popolo e le sue città.

Bensì, questo è un paese che merita di essere vissuto al 100% anche perché offre dei luoghi magnifici da visitare, ricchi di fascino e di storia e che non vedo l’ora di farvi scoprire. Entriamo nel vivo e parliamo di cosa vedere in Cambogia: 7 luoghi che proprio non potete perdervi!

Siem Reap e le rovine di Angkor

Cosa vedere in Cambogia

Non esiste viaggio in Cambogia che non includa la visita della città di Siem Reap e più nello specifico delle meravigliose rovine di Angkor. Anzi scommetto che questo è quasi certamente il motivo principale che vi spinge a visitare la Cambogia.

Siem Reap è una località situata nel nord-ovest della Cambogia ed è divenuta nota negli anni, in quanto è il punto di partenza per andare a visitare le famose rovine di Angkor, che furono la sede del regno Khmer tra il IX e il XV secolo.

Il grande complesso di Angkor è considerato uno dei più maestosi e meglio conservati al mondo, oltre ad essere ricco di fascino e di bellezze. E’ costituito da edifici in pietra lavorata: Angkor Wat è il tempio principale tanto da essere spesso identificato con l’intero complesso e tale da essere rappresentato anche sulla bandiera della Cambogia. Un altro sito estremamente importante è quello di Angkor Thom, in cui dei volti giganteschi e misteriosi sono stati scolpiti nel tempio Bayon.

Consiglio di spendere almeno due o tre giorni qui, in quanto il complesso è davvero immenso ed è necessario più tempo per visitarlo interamente.

Parco nazionale di Phnom Kulen

Il parco nazionale di Phnom Kulen è situato nel massiccio montuoso del Phnom Kulen a circa 50 chilometri di distanza dalla località di Siem Reap. Questo parco è molto interessante da visitare grazie alla sua spettacolarità, ma anche ai luoghi storici che potete trovare al suo interno. In particolare potrete vedere:

  • Chup Preah: una valle nella quale si trovano diverse statue che risalgono al XVI secolo.
  • Preah Ang Thom: una statua che rappresenta il Buddha sdraiato e alta 8 metri.
  • Il sito archeologico di Kbal Spean, conosciuto anche come la “Valle dei mille Linga” per via delle numerose figure di Linga scolpite nelle rocce del letto del fiume e sulle sponde. Pensate che queste sono completamente scoperte quando il fiume è in secca!

Phnom Penh: la capitale

Phnom Penh

La città di Phnom Penh è la capitale della Cambogia ed è senz’altro quella che oggi mostra più di tutte le sofferenze e il dolore subiti dalla Nazione. Dal punto di vista delle attrattive non è il luogo più ricco, ma venire a Phnom Penh è d’obbligo se volete davvero comprendere fino in fondo l’anima di questo Paese.

Phnom Penh è una città piuttosto vivace e sorge all’incrocio tra i fiumi Mekong e Tonlé Sap. Sia durante l’Impero Khmer che nel periodo coloniale francese veniva considerato un importante centro. Tra i luoghi da visitare non potrei che menzionare il Palazzo Reale, la Pagoda d’argento e il Museo nazionale, che espone numerosi reperti che provengono da tutto il Paese. Se volete approfondire invece la storia vi consiglio di visitare anche il Monumento dell’Indipendenza, il Monumento dell’amicizia fra Cambogia e Vietnam, il Museo del genocidio Tuol Sleng e il Palazzo della Pace. Nel cuore della città merita poi una visita il Mercato centrale che è caratterizzato dal suo stile in Art déco.

Battambang e i suoi dintorni

Battambang

Parlando di cosa vedere in Cambogia mi sento di menzionare anche la città di Battambang e i suoi dintorni. Questa località è davvero molto affascinante e incantevole, anche se nella fattispecie non c’è moltissimo da fare e da visitare. Rapisce per la sua architettura in stile coloniale, per i suoi locali e i caffè con un’atmosfera estremamente tranquilla e rilassata, ma anche per la sua piacevole posizione lungo il fiume.

Nei suoi dintorni e dunque appena fuori dalla città potrete visitare dei piccoli e curiosi villaggi e alcuni templi in cima alle colline che sembrano quasi essere stati dimenticati. Se avete poi l’occasione di navigare tra Battambang e Siem Reap, potrete senz’altro godervi il viaggio più pittoresco dell’intero Paese.

Provincia di Kampot

Kampot Cambogia

La provincia di Kampot e la sua omonima città, si affacciano sul golfo di Thailandia, in un tratto molto autentico e incontaminato. Qui troviamo delle gradevoli cittadine, dei parchi nazionali, delle pagode e alcune spiagge tropicali.

Nella città di Kampot avrete un’ampia scelta di sistemazioni, tra ostelli, boutique hotel o resort sul fiume e potrete ammirare l’architettura coloniale francese che si dipana ovunque o avventurarvi all’esplorazione del fiume in barca a remi o in kayak. La località di Kep invece offre un mercato di granchi, escursioni all’interno del Parco Nazionale di Kep e della vicina isola di Koh Tonsay, conosciuta anche come Isola dei Conigli. Qui vicino si può anche salire alla Stazione Climatica di Bokor o visitare le coltivazioni del noto pepe di Kampot

Provincia di Mondulkiri

Cosa vedere in Cambogia

Mondulkiri è una provincia orientale della Cambogia ed è quella con la densità di popolazione minore. Questa zona è caratterizzata da dolci e selvagge colline abitate dai Bunong, un popolo indigeno che pratica ancora oggi l’animismo e il culto degli antenati.

Qui la natura incontaminata si rivela nel massimo del suo spettacolo: avrete la possibilità di passeggiare insieme agli elefanti presso l’Elephant Valley Project oppure potete andare ad avvistare langur e gibboni durante un trekking nella Foresta Protetta di Seima. In quest’area trovate poi cascate e una zip-line all’interno della giungla che vi darà la possibilità di vivere delle “adrenaliniche avventure”.

Kratié e i delfini

Delfino Irrawaddy

Kratié è il capoluogo dell’omonimo distretto e dell’intera provincia. La città è situata sulle sponde del Mekong, fra Phnom Penh e la Cambogia nord-orientale. Un gruppo del delfino dell’Irrawaddy transita a nord della città tanto da averla resa un famoso centro per tutti gli appassionati di questo mammifero e dell’ecoturismo

Kratié regala poi alcuni dei tramonti più belli che è possibile ammirare sul Mekong. Qui vicino c’è poi Koh Trong, una meta rilassante dove soggiornare presso famiglie cambogiane e da esplorare in bicicletta. A nord di Kratié c’è infine il Mekong Discovery Trail, un itinerario avventuroso lungo il fiume dove è possibile pernottare nei villaggi ed effettuare escursioni in bicicletta.  

Allora, pensate ancora che in Cambogia non ci sia molto da vedere? Vi hanno incuriosito gli spunti che vi ho dato? Fatemelo sapere lasciando un commento qui sotto.

Selena


Potrebbe interessarvi anche: Vi racconto cosa vedere in Thailandia in 15 giorni

No Comments

    Leave a Reply