Menu
Guide di viaggio

Dove andare al mare in Thailandia: una guida completa

Località di mare in Thailandia: quale scegliere?

Dove andare al mare in Thailandia? Quale isola o località scegliere? Queste sono le domande che mi vengono poste più frequentemente quando devo pianificare un viaggio per una coppia di clienti. La Thailandia è un paese davvero immenso, cosparso a destra e a manca di località balneari e isole di ogni genere e dimensione, dunque non è semplice fare una scelta. Dunque proverò con questo articolo a darvi un aiuto per fare la scelta migliore.

Intanto vi consiglio l’acquisto di una guida che ho comprato anche io e mi è stata molto utile per il mio viaggio, date un’occhiata qui.

Se siete curiosi di scoprire il mio soggiorno tra le isole thailandesi leggete Il mio soggiorno tra Koh Tao, Koh Phangan e Koh Samui

Partiamo dal clima: quando andare in Thailandia?

Prima di scegliere la località di mare migliore per voi, un aspetto da non sottovalutare è sicuramente il clima, che seppur variabile e in continuo cambiamento ci può aiutare quanto meno a definire delle stagioni.

In linea di massima le isole che si affacciano sul Golfo di Thailandia o Golfo del Siam ( per intenderci il versante di Koh Samui ) sono idonee per soggiorni nella nostra estate che va da Marzo a fine Ottobre.

Invece le località e isole che si affacciano sul Mare delle Andamane ( quindi il versante di Phuket ) sono idonee preferibilmente per soggiorni a partire da Ottobre/Novembre a Marzo/Aprile.

Ma non è sempre così facile: ad esempio la località di Koh Chang, anche se si affaccia sul Golfo del Siam è idonea per soggiorni da Ottobre a Maggio e non nella nostra estate, come il resto delle isole che si affacciano sul Golfo del Siam.

Ma ora analizziamo approfonditamente le isole e località a mio avviso più belle e interessanti.

Dove andare al mare in Thailandia: i miei suggerimenti

Per maggiore chiarezza suddivido le isole e località dove consiglio di andare al mare in Thailandia in due gruppi:

  • Le isole e località nel Mare delle Andamane
  • Le isole e località nel Golfo del Siam

Mare delle Andamane

Vi ho anticipato poc’anzi che l’ideale è trovarsi in una destinazione situata su questo versante da Ottobre/Novembre a Marzo/Aprile in quanto si tratta della stagione più secca.

Vediamo alcune delle mete che più consiglio da queste parti.

Phuket

Località di mare in Thailandia: quale scegliere?

Phuket è l’isola più grande della Thailandia e la principale destinazione balneare. E’ nota come “la Perla delle Andamane” e non è difficile capirne il perché.

Collegata alla terraferma da una strada rialzata, offre lunghe distese di sabbia bianca bagnate da splendide acque turchesi. A fare da sfondo a questo paesaggio, il verde delle colline, la giungla e le palme da cocco.

Phuket possiede un aeroporto internazionale, dunque è molto comoda da raggiungere sia dalle località nazionali che dagli aeroporti fuori dal Paese. 

Essa si presta per soggiorni a partire da Ottobre/Novembre fino a Marzo/Aprile.

Quest’isola può andare bene per qualsiasi tipo di viaggiatore: ci sono zone più caotiche, come quella di Patong, oppure zone molto più tranquille e con spiagge più belle, come Kata e Karon.

Krabi

Krabi

Questa provincia costiera occupa una superficie di 4.709 kmq ed è affacciata sul mare delle Andamane.

La provincia di Krabi è formata da piccoli arcipelaghi, splendide spiagge, grotte e luoghi che hanno fatto da scenario a numerosi film. 

Dall’animata località di Ao Nang si raggiungono fondali ideali per le immersioni e per fare snorkeling, ad esempio al largo della spiaggia di Railay, Nopparat Thara e delle isole Koh Poda e Koh Kai.

In linea generale diciamo che a Krabi il mare è meno bello rispetto alle isole che la circondano, ma è un’ottima base di partenza per fare numerose escursioni e visitare tra le più belle isole del Mare delle Andamane.

Inoltre anch’essa ha un aeroporto che è ben collegato con voli interni e internazionali, quindi è facilmente raggiungibile.

Krabi è ideale per soggiorni a partire da Ottobre/Novembre fino a Marzo/Aprile.

Sceglietela se avete un animo avventuriero e avete bisogno di una base di partenza per scoprire ciò che di più bello ha da offrire questa zona della Thailandia.

Khao Lak

Khao Lak

Tra le località dove consiglio di andare al mare in Thailandia, c’è sicuramente Khao Lak, un vero paradiso naturale.

Si trova a Nord di Phuket e si raggiunge con un volo su Phuket e da lì poi un trasferimento via terra di un’ora e mezza o massimo due.

Anche questa località si presta per soggiorni a partire da Ottobre/Novembre fino a Marzo/Aprile.

Khao Lak offre lunghe distese di sabbia bianca orlate da colline boscose e acque del mare cristalline e molto calde. Da qui potrete raggiungere in pochissimo tempo i parchi nazionali marini delle isole Similan e Surin.

Vi consiglio di soggiornare qui se cercate una bella spiaggia, se volete evitare la movida e l’affollamento delle grandi aree turistiche, ma al tempo stesso siete alla ricerca di comfort e servizi di qualità.

Phi Phi Islands

Phi Phi Islands

L’arcipelago delle Phi Phi Islands è equidistante da Krabi e da Phuket, a circa 40 km di distanza da entrambe.

Potete raggiungerle dunque con un volo su Krabi o su Phuket, un trasferimento via terra per arrivare al porto e una traversata in traghetto di circa 2 ore.

Se il vostro volo atterra la sera e/o riparte la mattina presto, dovrete considerare di dormire la notte pre e/o post a Krabi o Phuket, in base a dove parte il vostro volo.

L’arcipelago delle Phi Phi Islands è formato da sei isole, caratterizzate principalmente da scogliere e rocce calcaree e offrono spettacolari spiagge e barriere coralline.

Un soggiorno nelle Phi Phi Islands vi darà la possibilità di ammirare alcune tra le spiagge più belle della Thailandia, ma scegliete queste isole se siete amanti della tranquillità, poiché da queste parti la movida non esiste.

Anche questa zona è ideale per soggiorni a partire da Ottobre/Novembre fino a Marzo/Aprile.

Koh Racha

Koh Racha

Le due isole di Racha, Racha Yai e Racha Noi, situate a circa 12 km a sud di Phuket, sono note per essere delle destinazioni perfette per gli appassionati di immersioni e snorkeling.

Negli ultimi anni Racha Yai si è evoluta in un’isola su cui poter soggiornare più a lungo grazie al numero crescente di resort.

Per raggiungere Racha dovrete prendere un volo per Phuket, un trasferimento via terra per il porto e da lì un traghetto che in circa 40 minuti vi porterà a destinazione.

Anche in questo caso, se il vostro volo atterra la sera e/o riparte la mattina presto, dovrete considerare di dormire la notte pre e/o post a Phuket.

Koh Racha si presta per soggiorni a partire da Ottobre/Novembre fino a Marzo/Aprile.

Scegliete queste isole se volete davvero staccare la spina e stare lontani dal mondo per qualche giorno in un paradiso tropicale unico.

Koh Yao Yai

Località di mare in Thailandia: quale scegliere?

Ecco qui un’altra meta da sogno dove consiglio di andare al mare in Thailandia per godersi un fantastico soggiorno: sto parlando di Ko Yao Yai, una splendida isola che si trova tra Phuket e la Provincia di Krabi.

I turisti che approdano qui hanno davanti ai loro occhi uno spettacolo naturale in grado di togliere il fiato.

Per raggiungerla si prende un volo su Phuket, un trasferimento via terra per il porto e infine un traghetto.

Koh Yao Yai è ideale per soggiorni a partire da Ottobre/Novembre fino a Marzo/Aprile ed è circondata da un mare incredibile con acque cristalline. 

La costa dell’isola è poi punteggiata da varie rocce calcaree che spuntano dal mare creando labirinti sommersi in cui è possibile ammirare la meravigliosa barriera di coralli.

Venite qui per trovare la pace interiore per qualche giorno e isolarvi da tutto il resto.

Golfo del Siam

Ora andiamo sul versante opposto della Thailandia, ossia il Golfo del Siam, conosciuto anche come Golfo di Thailandia. Vi avevo anticipato che l’ideale è trovarsi in una destinazione situata su questo versante da Marzo a Ottobre che è la stagione più secca.

Diciamo infatti che le isole e le località che si trovano su questo versante hanno una stagionalità più lunga, in quanto il monsone che porta le piogge qui vi transita meno tempo, mentre insiste più a lungo sul versante delle Andamane.

Vediamo ora alcune delle mete che più vi consiglio da queste parti.

Koh Samui

Località di mare in Thailandia: quale scegliere?

Koh Samui si raggiunge comodamente con un volo, dato che ha un aeroporto internazionale.

Il periodo ideale per un soggiorno va da Marzo a fine Ottobre.

Quest’isola con i suoi 247 kmq è la terza più grande del Paese e fa parte di un arcipelago costituito da circa 80 isole.

La principale e più famosa spiaggia è quella di Chaweng sulla costa est, la quale si snoda per ben 7 km ed è completamente delimitata da un’interminabile distesa di palme da cocco.

Un viaggio all’interno dell’isola è assolutamente da provare, considerato l’alternarsi di sublimi paesaggi costituiti da minuscoli villaggi immersi tra sterminate piantagioni di palme da cocco e spettacolari vedute del bel mare che lambisce le sue coste.

Koh Samui è ideale per viaggiatori di qualsiasi genere: da quelli in cerca del comfort a quelli che cercano sistemazioni alberghiere low cost, dai viaggiatori che amano spiagge isolate a quelli che amano le zone più vivaci, insomma c’è un angolo di isola per tutti!

Koh Phangan

Località di mare in Thailandia: quale scegliere?

Con un volo per Koh Samui, un trasferimento di 10 minuti via terra e un trasferimento in barca di 30 minuti, potrete raggiungere la splendida Koh Phangan.

Il periodo ideale per soggiornare qui va da Marzo a fine Ottobre.

Quest’isola è un paradiso tropicale che vanta alcune tra le più belle spiagge di tutta la Thailandia.

Le foreste incontaminate, le sue montagne, le barriere coralline, le spiagge di sabbia bianca e fine, le verdissime palme da cocco e la sua natura ancora intatta hanno negli ultimi anni attratto sempre più visitatori, diventando un’ottima alternativa alla sempre più caotica e vicina isola di Koh Samui.

Per non parlare poi di tutto ciò che offre ai turisti da fare e da vedere. Si possono visitare cascate, fare trekking nella foresta, rilassarsi sulle spiagge semi deserte, andare a pescare e veramente tanto altro. 

Quindi è ideale per quei visitatori che amano follemente la natura, le belle spiagge e desiderano trovarsi su un’isola che dà la possibilità di fare numerose attività.

Koh Tao

Località di mare in Thailandia: quale scegliere?

Koh Tao si può raggiungere con un volo su Koh Samui, un trasferimento di 10 minuti via terra e un trasferimento in barca di circa 2 ore.

Il periodo ideale per soggiornarvi va da Marzo a fine Ottobre.

Koh Tao, che letteralmente significa Isola delle Tartarughe, deve il suo nome alle numerose testuggini marine che popolano le sue acque ed è sicuramente una delle più belle isole dove poter andare al mare in Thailandia.

L’isola misura solo 21 kmq e la sua popolazione locale vive principalmente di pesca e coltivazione di palme da cocco, ma negli ultimi anni anche il turismo ha iniziato a ricoprire un ruolo fondamentale.

Per la sua bellezza naturalistica, ancor più arricchita dalla barriera corallina che la circonda, Koh Tao è la meta eletta da tutti coloro che amano praticare non solo snorkeling e immersioni subacquee, ma in generale tutti gli sport del mare.

Nel mare che la circonda si possono ammirare una moltitudine di specie marine tra cui cernie, pesci pappagallo, pesci angelo, razze e spesso i pacifici squali balena.

Quindi se siete amanti del mare e volete vivere qualche giorno lontani dal caos, questa è l’isola giusta per voi!

Koh Chang

Koh Chang

Trat è la provincia più orientale della Thailandia ed è caratterizzata dalla presenza di molte spiagge e isole tropicali.

Un viaggio in questa zona del sud del Paese non può che avere inizio dal Parco Nazionale dell’Arcipelago di Koh Chang e in particolare dall’isola omonima, che è la più grande isola thailandese dopo Phuket e la più vicina alla terraferma. 

Le sue montagne sono ricoperte da una fitta vegetazione tropicale che si interrompe solo sulle spiagge di finissima sabbia bianca

Koh Chang si raggiunge con un volo su Trat, un trasferimento via terra per il porto di Laem Ngop e infine un trasferimento di 30 minuti in traghetto.

In alternativa si può raggiungere direttamente da Bangkok, con un trasferimento via terra di circa 4 o 5 ore.

Il periodo migliore per un soggiorno su quest’isola va da Ottobre a Maggio, nonostante si trovi nel Golfo del Siam.

Essendo Koh Chang un’isola grande e tutta da esplorare, è consigliata per chi ama fare attività ed escursioni oltre che godersi lo splendido mare.

Hua Hin

Hua Hin

Hua Hin fu la prima località per soggiorni balneari in Thailandia, quella che negli anni ’20 del secolo scorso attraeva soprattutto i thailandesi benestanti. 

Ora è una destinazione popolare per i locali e per i visitatori internazionali ( non molto sviluppata sul mercato italiano ) e non deve sorprendere la grande quantità e varietà di prodotti locali e souvenir disponibili.

Con due mercati notturni, un mercato locale e numerose boutique, Hua Hin è anche un luogo eccellente per lo shopping.

Per raggiungere questa zona si può prendere un trasferimento via terra da Bangkok della durata di circa 3 ore.

Il periodo migliore per soggiornare qui va da Ottobre a Maggio.

Dunque se volete trovarvi in un luogo autentico e frequentato prevalentemente da thailandesi, questo è il posto che fa per voi!

Koh Samet

Samet

L’isola di Koh Samet si trova al largo della costa, nella provincia di Rayong.

Per raggiungerla si prende un trasferimento via terra da Bangkok di circa 3 ore e una volta arrivati al molo di Ban Phe si prosegue con un trasferimento in traghetto della durata di 25 minuti.

Il periodo migliore per soggiornare qui va da Novembre ad Aprile.

Nota come l’isola con alcune delle spiagge più bianche della Thailandia, Samet inizialmente era conosciuta soprattutto come meta ideale per escursioni giornaliere.

Negli ultimi anni si è invece affermata come luogo adatto a svolgere un’intera vacanza.

Essa è un’isola piccola e dalla forma allungata ed è caratterizzata da un continuo susseguirsi di spiagge e baie, tutte di grande bellezza.

Venite qui per staccare la spina qualche giorno, regalandovi momenti di pace e serenità; per voi che amate “oziare” questo è il posto perfetto!

Koh Kood

Koh Kood

Koh Kood è l’isola più lontana dell’arcipelago, quasi al confine con la Cambogia.

Le infrastrutture qui sono davvero limitate e piuttosto essenziali. La maggior parte dei villaggi produce la propria energia elettrica con il carburante o con l’energia solare. 

L’isola ha un terreno montuoso nella regione centrale con il 70% della superficie ricoperta da foresta pluviale tropicale.

Koh Kood vanta bellezze panoramiche, mare cristallino, spiagge incontaminate, cascate mozzafiato e un ambiente naturale puro. 

Per raggiungerla si prende un volo su Trat, un trasferimento via terra fino al porto di Laem Sok e da lì un traghetto.

Oppure si può prendere un trasferimento via terra da Bangkok della durata di circa 4 ore e mezza o 5.

Il periodo migliore per soggiornare qui va da Novembre ad Aprile.

A Koh Kood potrete davvero isolarvi dal mondo e godervi la vostra isola alla “Robinson Crusoe”.

Avete scelto la vostra isola o la vostra località preferita? Dove vi piacerebbe soggiornare?

Fatemelo sapere lasciando un commento qui sotto.

Selena Castoldi


Potrebbe interessarvi anche: Quale isola scegliere tra Koh Samui, Koh Tao e Koh Phangan?

No Comments

    Leave a Reply